Articoli per luglio 2005

Il giorno più lungo

Giovedì, ore 42:23. Non so ancora se questo tanto familiare regionale che mi porta a casa segna il termine del mio pendolarismo estremo, ma di certo segna la fine di una lunghissima giornata, un'altra di quelle con due albe. Questa volte gli aerei non c'entrano, l'unica colpevole è la mia procrastinazione professionale, che mi ha portato a finire la tesi a 4 giorni dalla discussione. Quattro giorni che saranno scanditi da una stringente quanto allegra lista di cose da fare.

  • Sabat0
    • Sopportare i miei che vogliono farmi vestire elegante. Sono un informatico, braghe corte e infradito non bastano?
    • Barbiere, e magari cercare qualcuno che riesca a rilegarmi una tesi in un giorno. Se in meno tempo, meglio - giochiamo difficile qua!
    • Inventarsi una ventina di lucidi per la presentazione, spedirli al povero relatore che passerà il sabato sera a correggerli.
  • Domenica
    • Svegliarsi a fatica, risistemare la suddetta presentazione col senno della domenica mattina (quello che solitamente ti tiene a letto fino a mezzogiorno)
    • Saltare su un treno, dormicchiare per 200km e andare a raccogliere una turista scandinava, unica nel suo genere.
    • Altri 200km in direzione opposta, ma passeranno in un lampo.
  • Lunedi
    • Svegliarsi, ancora più fatica.
    • Di nuovo università, dovrebbe esserci una presentazione da provare.
    • Magari spiaggia piu' tardi. Spiaggia... un lontano ricordo...
  • Martedi
    • Ci siamo: alla mattina c'è Prophecy, io seguo nel pomeriggio. prima poi. Se si presentano tutti quelli che me l'hanno detto, spero davvero ci sia l'applausometro 0-110 per il voto :-) E anche Iva Zanicchi farebbe stile!

Dopo, il nulla.

Signore, non c'è più caffeina, la pressione sta andando giù. — Pompare più adrenalina, presto! — Abbiamo perso l'orecchio sinistro, c'è solo un fischio adesso! — Prepararsi alla visione tunnel fra 3... 2... 1...