Night Watch

Terry Pratchett, 2002

Rientrato dall’Italia ho preso un mesetto di pausa dalla lettura, per rallentare. Poi un Lunedì mi è sembrato il giorno giusto, e mi sono avvicinato circospetto alla libreria. Su un ripiano c’era una recente ristampa hardcover di Night Watch. Spesso e piacevole al tatto, come le edizioni migliori.

Era tempo che non visitavo il Mondo Disco di Terry Pratchett. L'ultima volta con “Raising Steam” nel 2015, che non mi aveva soddisfatto molto. Ma Night Watch è un libro del 2002, di uno stampo più vecchio, e devo dire uno dei migliori che ho letto. È leggermente più serio di altri, inevitabilmente dati gli eventi ed i personaggi.

La storia segue Sam Vimes, piedipiatti nella città Ankh-Morkpork e ricorrente personaggio, che viene sbalzato indietro nel tempo da un incidente in biblioteca. Grandi quantità di libri, nei racconti di Pratchett, possono deformare lo spazio-tempo. Seguono (mis-)avventure varie, nel tentativo di non complicare il passato, e di ritornare al presente, con l’imbranato supporto dei Monaci del Tempo.

Un ottimo miscuglio di idee, che divoro con calma, ma comunque in pochi giorni.