Nessun commento

Foglie e tensione

Auto rosse e foglie gialle I colori dell'autunno

Ottobre si è rubato il verde, poi le foglie stesse, e per finire la luce diurna. Oggi il sole si è nascosto dietro al palazzo di fronte subito dopo mezzogiorno, così dichiaro iniziata la stagione buia. Pioggia e vento hanno già ridotto il piacere della passeggiata postprandiale. Eppure il bosco dietro casa, l'ultima volta che ci son passato, era assai più luminoso, ora che gli alberi sono quasi spogli. Gli scoiattoli girano iperattivi, impegnati a nascondere o spostare provviste.

Tutte cose normali, ma è giusto notarle. Meno tradizionale per l'autunno è La Situazione, che è tornata in prima pagina. La Scozia continua a sfuggire al peggio (riservato all'Inghilterra, dove il governo centrale tentenna e fa pasticci) ma alcune restrizioni sono tornate anche qua. Nelle ultime settimane ho ripreso a sentire una preoccupazione di sottofondo, che mi ha reso stanco e improduttivo. Più leggera rispetto ad Aprile, perché ci si abitua a tutto, ma con l'aggiunta di dubbi sulla situazione politica britannica, e tensione per le elezioni nell'altro continente. Ed i miei vaghi piani di scendere in Italia sono di nuovo in alto mare. Manco da Gennaio, e per quanto la famiglia sia altamente tecnologica—mancano giusto gli ologrammi—preferirei visitarla di persona. Questa volta cercherò di attivarmi appena i grafici puntano nella direzione giusta.

Nel frattempo la normalità è più o meno stabile: lavoro da casa, girello attorno quando il tempo lo permette. Mi sono addentrato in una libreria, perché sto finendo i libri da leggere, e preferisco comprarli dal vivo. Ma mascherato e distanziato mi è mancata l'ispirazione, e sono tornato a casa a mani vuote. Dovo riprovare, oppure arrendermi ed ordinarli online.

Il lavoro nuovo almeno continua a soddisfare. Superati i primi mesi nebbiosi, il paesaggio è assai più chiaro. E come avevo sperato la posizione non è “so tutto, ma non lo posso fare” come nelle ultime avventure, ma “non ne so abbastanza!” e devo imparare tutto l'imparabile. E l'idea mi mette un enorme sorriso.

Aggiungi un commento