2 commenti

La neve e l'apocalisse

Alla fine di Febbraio è arrivata sulla Scozia (e su gran parte dell'Europa) un botta di freddo, prevista con giorni di anticipo. Assieme alla neve, sulla città è sceso il panico: negozi chiusi, supermercati svuotati, auto abbandonate di traverso fra marciapiede e strada.

Gli scozzesi gestiscono la neve peggio dei genovesi, e nessuno qua sembra avere delle catene. Non averle pronte nel bagagliaio, proprio possederle. Sanno che esistono, ma non le comprano perché tanto non nevica mai.

Aggiungo quindi le catene alle innumerevoli stranezze di quest'isola, ai loro rubinetti e lavandini insensati, alle prese di corrente post-atomiche, etc.. Ringrazio la neve per i giorni di quiete nel centro città.

Panchine nella neve

Commenti

  • venza

    Ecco qualcosa che accomuna la Scozia alla costa azzurra: il panico causato da qualche centimetro di neve, anche quando questo sia perfettamente previsto. Qui hanno pure rinunciato a pulire l'autostrada.

  • dreadnaut

    Ecco, era difficile trovare un qualcosa in comune, ma ce l'abbiamo fatta!

Aggiungi un commento