Nessun commento

Bargreybars.vim

In un momento di ispirazione, questa primavera, ho deciso di scrivere del C. Mi capita ogni tanto, come se compilare sorgenti e ritrovarmi con eseguibile di pochi kilobyte mi assolva dal peccato di lavorare linguaggi di scripting, usare enormi enormi standard library, e di pseudocompilare per macchine virtuali e runtime vari.

Vim con i fastidiosi bordini The goggles do nothing!

L'occasione questa volta è stato bargreybars, un plug-in per Vim per risolvere una volta per tutte il problema degli odiosi bordini grigi. Una finestra di Vim ha sempre altezza e larghezza multiple della dimensione dei caratteri, che di rado sono un perfetto sottomultiplo delle dimensioni dello schermo. Questo lascia dello spazio vuoto in basso e a destra, che si riempie con un fastidioso grigio di default.

La cosa mi ha sempre disturbato, principalmente perché tendo a scrivere codice con su sfondo scuro per rilassare gli occhi. Una striscia di grigio un fondo ad uno schermo quasi nero non è molto piacevole.

vim-senza-bordini Un sospiro di sollievo.

Anni fa avevo scavato nel sorgente dell'editor ed aggiustato le due righe colpevoli del colore alla meno peggio, e ricompilato il tutto con Visual Studio. Ma il sorgente cambia, il build richiede un sacco di tool ed attenzioni, e scrivere una patch che funzionasse ovunque e per tutti era oltre la mia buona volontà.

Con l'uscita di Vim 8 ho pensato di lasciare in pace il sorgente del programma ed estrarre il mio lavoro in un plugin che prenda il colore del tema attivo e lo applichi ai malvenuti bordi. E per fare ciò, ci voleva un po' di VimL, ma anche un po' di C.

La gioia è stato scoprire i Visual C++ Build Tools, il compilatore di Visual Studio senza giga e giga di IDE sulle spalle. Linea di comando, librerie, e basta. Esattamente quello che mi serve per una DLL di una manciata di righe.

Finito il plugin e visto che il risultato era valido, ho speso un paio di sere a lucidarlo e documentarlo, ed è finito su vim.org e github, per la gloria.

Aggiungi un commento