Nessun commento

Oban

Oban Bay La baia di Oban

La strada che risale la costa ovest della scozia, verso Fort Williams e più avanti Skye, è puntellata di paesini e bovini, il primi incastrati in un fiordo o in una baia, i secondi spaparanzati nell'erba accanto alla carreggiata.

McCaig's Tower Dentro McCaig's Tower

Ho percorso quella strada una manciata di volte, in entrambe le direzioni, ed ogni volta Oban mi ha convinto ad una sosta. Una placida cittadina da cui partono traghetti per le isole più grandi, abitate da qualche migliaio di scozzesi ma visitate da assai più turisti.

Oban offre un simpatico porticciolo, un paio di chiese di insolita foggia, ed la collina dove sorge McCaig's Tower, uno dei possibili estremi del termine "torre", visto quanto assomiglia al Colosseo. Da uno dei tanti archi della torre lo sguardo si può estendere oltre la baia, verso le isole all'orizzonte, sul mare disturbato da decine di barche e pescherecci. Oban è il centro del loro mondo, porto protetto e ben connesso al tempo stesso.

Gli abitanti ti ricordano che sei in Scozia e che gli scozzesi fingono di parlare inglese. Ascoltare la conversazione fra due passanti può lasciarti grossi dubbi. I cancelli non si chiudono, si snibbano. Posso confermare però che vendono libri in lingue più accessibili: in momenti diversi, a quattro anni di distanza, ad Oban ho comprato due libri della serie di Harry Potter. Passavo di li, ed erano in vetrina.

Snip Gate Snib, properly

Passerò ancora da Oban, è quasi inevitabile. Spero di ritrovare il posto dove fanno pancake enormi, enormi.

Aggiungi un commento