Riassunto delle puntate precendenti

Graveyard Un luogo tranquillo

Due mesi di vagabondaggio ed elemosina elettronica. Così si possono riassumere Febbraio e Marzo, passati ad attendere pazientemente che la ``Boss Maintenance” (hanno un sito osceno) si prendesse cura del mio portatile. Considerando che hanno avuto bisogno di 14 giorni per aprire la scatola che gli avevo inviato e altri 4 giorni per leggere la lettera ivi contenuta, non è neanche male. Nell'attesa ho avuto il tempo di compiere un altro viaggio a nord, a vedere metri di neve ammucchiati ai lati delle strade e fiocchi di neve giganti, il lavoro su memoria flash, utilizzando solo programmi portable.

Hard disc Piccolo piccolo...

Adesso ho una nuova scheda madre e un nuovo harddisk, e una fresca installazione che ha richiesto un paio di giorni di denso lavoro. Più o meno è come prima, ma mancano giusto quei 30GB di dati di cui non avevo copie: tre anni di programmi, dati e sorgenti spariti perché il convertitore IDE era smangiato. Ora giacciono nel buio del mio armadio, circondati da morbide bolle, nell'attesa che il futuro porti mistiche tecniche di recupero. Forse dovrei farmi congelare e mettere nell'armadio anch'io?

Per il povero disco è stato tentato di tutto, persino la fantascienza e i guanti da chirurgo, ma con scarsi risultati. Un giorno proverò dell'altro comunque, non mi do ancora per vinto. Nell'armadio, accanto ad esso, giace anche Vittima (R.I.P. 20 Feb–22 Feb 2006), harddisk gemello, acquistato solo per strapparne senza affetto pezzi di ricambio. Durante la sua breve vita ha contenuto un solo file, non so neanche perché, ma non andrà dimenticato.

Ora ho un sacco di testi e codice da riscrivere, se mai mi ricorderò tutto. E dovrò studiare nuovi malvagi meccanismi di backup e replicazione che evitino il ripetersi di questa spiacevole situazione. Stranamente sono felice di avere da fare, e su più fronti. Per ora due lavori più questa manutenzione casalinga. E a breve Pasqua, un po' di vacanza e visite che mi rendono felice :-)