Pubblicato il .

Commenti inattivi.

Catalogato sotto storie, vita.

Piatti

Non di rado, mentre sto lavando i piatti, mi capita di pensare ai viaggi nel tempo. Non è un caso, dato che trovo le due cose strettamente collegate.

Mi capita di frequente, ad esempio, di inviare al Futuro Me Stesso dei piatti da lavare, quando sono pigro oppure in ritardo. È facile: li abbandono sul piano della cucina e me ne vado. E più volte ho ricevuto piatti da Me Passato, quello scansa fatiche. Li ritrovo sullo stesso piano della cucina, ed ovviamente pulirli tocca a me.

Mentre inviare piatti al Futuro Me si è rivelato inaspettatamente facile, aspetto con ansia il giorno in cui riuscirò a spedirli nel passato, per poi aprire la credenza e ritrovarli li, puliti e pronti per essere messi in tavola.

Oltre all'ovvia comodità di far lavorare un Me che non incontrerò domani e che non ha speranza di lamentarsi, spedire piatti indietro nel tempo ha un sacco di altri usi! Pensate ad esempio se vi ritrovaste a preparar cena per sette od otto persone, quando possedete soltano sei piatti. In questa delicata situazione, basterebbe lasciare una nota al Futuro Voi, pregandolo di spedire indietro nel tempo alcuni piatti (puliti, preferibilmente) e questi apparirebbero li sul piano della cucina in tempo per la cena. Con un minimo di accortezza, potreste anche evitare sfortunati paradossi lavando i Futuri Piatti per tempo. E sarebbe anche una gradita gentilezza verso il Futuro Voi.

A volte ho anche paura di non scoprire, per pura sfortuna, il segreto del trasferimento dei piatti nel passato. Il problema è il Me Passato, di cui mi fido poco. Se mai dovesse ricevere dei piatti sporchi dal Futuro Me, e vedesse improvvisamente raddoppiare la pila di roba da lavare in cucina, sono certo che laverebbe soltanto le stoviglie appartenenti alla sua linea temporale, ignorando le altre. Quest'ultime finirebbero per tornare a me nel presente, nell'attimo in cui ero certo di averle spedite via.

Così, la più grande scoperta di sempre finirebbe ignorata, per la pigrizia di un singola egoista persona.

Ma se un giorno vi trovate la cucina con piatti da lavare in sovrannumero, sorridete. Il Futuro Voi a probabilmente scoperto il segreto dei viaggi nel tempo.